NOTA A MARGINE (Il cretino)

NOTA A MARGINE
(Il cretino)

La generosità! Ecco il mio unico difetto. Così ogni volta che mi capita di incontrare un cretino cerco di migliorarlo… ci casco sempre! Non desidero qui citare il grande Anacleto Verrecchia “Parlare con gli imbecilli é inutile, con le persone intelligenti potrebbe essere superfluo.” Neppure Oscar Wilde “Mai discutere con un idiota, vieni trascinato al suo livello e ti batte con l’esperienza.” Per l’appunto… nella pratica a nulla sono serviti i grandi autori, filosofi, letterati, matematici visitati attraverso i loro scritti fra i banchi degli istituti di istruzione di ogni ordine e grado, alla fioca luce di una lampada, seduto su legnosi sedili dei mezzi pubblici piuttosto che avvolto da lenzuola rese umide dall’amplesso appena consumato. Quando mi imbatto nel cretino vengo tradito dalla mia natura portata a dare senza nulla pretendere in cambio.
Adesso… Nella manifestazione tenutasi a Lamezia Terme, teatro Grandinetti, in onore del grande Maestro degli effetti speciali Carlo Rambaldi le cose non sono andate alla perfezione, questo è scontato, ma il cretino doveva necessariamente elencare con minuzia ogni particolare fuori “norma” (eh, sì! Il cretino… per sovrapprezzo sedicente artista, viaggia con il “manuale delle giovani marmotte” che solo gli appartenenti a questa tribù tengono al posto del cervello). A tutti coloro che hanno presenziato la manifestazione di certo non sono sfuggite le anomalie accuratamente ed in modo maniacale evidenziate dal cretino. Perché alla fin fine non è tanto l’inventario buttato giù da costui a farmi perdere ancora parte del mio prezioso tempo nel redigere questo articolo quanto coloro che gli vanno appresso invece di buttarlo giù dal “loggione” (come dal palco ebbe a dire il grande Ettore Petrolini avverso un cretino sgradevole: “…io nun ce l’ho cò te ma cò quelli che te stanno vicino e nun t’hanno buttato de sotto”). Quindi vengono fuori i “mi piace”, “…continuo ad essere sempre più convinto che tutto deve cambiare…”, “…è anche la mia impressione!!!!”, “…bastano le foto dei profili per capire…” (???) “…sono perfettamente d’accordo!”, “…come spiega l’arte il tal dei tali… Tanto di cappello!”, ecc. Perché il cretino non comprende, neppure mai la sua scatola cranica potrebbe essere attraversata da quel briciolo di sensibilità e poesia da fargli apprezzare il clima… oserei dire familiare, fuori dagli schemi, i prodotti genuini offerti da Annunziata e opportunamente sbranati, la feroce secchezza delle fauci nel cercare di spiegare concetti al vuoto organico ed inorganico di uno o due cretini. Dato che il cretino, inconsapevolmente cosciente del suo stato, è lì per essere onnipresente negli scatti con gli Oscar, pronto come una talpa a sniffare la debolezza del vicino, fare interventi ripetitivi e colti “…dietro ad ogni grande uomo c’è sempre una grande donna!”, inopportuni ed errati paragonando quattro premi Oscar per regia o recitazione con i tre del grande Maestro degli effetti speciali. Il cretino sta attento ai decibel più che al contenuto di due poesie che da sole valgono l’ora e mezza a disposizione per parlare del Maestro ed altri diciassette artisti. Quando stupefatto ti imbatti nell’opera del cretino, un labirinto dal quale ci si aspetterebbe di veder uscire Jack Nicholson formato “puffo” che digrigna “Wendyyyyy!” e cerchi di entrare nel suo microcosmo… il cretino non ascolta, ti piazza in mano la brochure redatta dal medesimo avendo in essa inserite inenarrabili corbellerie sul “Il macrocosmo” e… con postura stile “Carlo Verdone” del tipo “…Ma che stai a di’… io so tutto” sta già studiando la mossa per trafiggerti così da realizzare il nulla di cui è composto. Il cretino ha il biglietto da visita con scritto “ARTISTA” poiché deve ricordarselo, oppure “POETA”, “SCRITTORE”, “POETESSA” secondo il genere, “SCRITTRICE”. Al cretino vorrei dire che gli posso insegnare a vivere e non vivere, parlare, ascoltare, scrivere, tacere… finanche a pensare. Lo capirà?

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com

Immagine in evidenza ricavata dal web

RIPRODUZIONE RISERVATA

You may also like...

1 Response

  1. Alberti Rosaria ha detto:

    E vaiiiiii!
    Sei generoso… lo so !
    Mi scrivesti…..ASCOLTA e PENSA…..
    da allora mi sforzo e lo faccio , però a volte vince ancora la mia impulsività!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Mauro Giovanelli - RIPRODUZIONE RISERVATA