BLADE RUNNER – Il replicante si accomiata…

BLADE RUNNER – Il replicante si accomiata…

“Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi:
navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione,
e ho visto i raggi «B» balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo,
come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire.”

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com

Immagine in evidenza: Rutger Hauer in “Blade Runner” di Ridley Scott, ispirato al romanzo “Do Androids Dream of Electric Sheep?” di Philip K. Dick.
La frase è l’incipit dell’amaro soliloquio che Rutger Hauer, nei panni del replicante Roy Batty, pronuncia pochi attimi prima di “spegnersi” sotto la pioggia.

mauro.giovanelli

Nato a Genova, asilo, elementari, medie, università, percorso netto, lineare, sempre regolato da lettura e scrittura anche nel tempo susseguente. Ufficiale di complemento per bizzarra circostanza, dirigente d’azienda per necessità, insegnante per passione, imprenditore per presunzione, immobiliarista per occorrenza, ricercatore, visionario e altro ancora che all’istante non ricordo. Esploratore del mondo e indagatore della natura umana, scrittore e articolista. (Quod scripsi, scripsi) Giovanni: 19,22

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Mauro Giovanelli - RIPRODUZIONE RISERVATA