LA LEOPOLDA E IL SALTO DELLA QUAGLIA

LA LEOPOLDA E IL SALTO DELLA QUAGLIA

Il messaggio che il nostro Leader ha lanciato dalla prima “Leopolda”, evento volto, badate bene, “alla formazione politica di tutti i cittadini italiani”, è stato inequivocabile ed esplicativo della strategia renziana; per la parte di concittadini che non l’avesse capita prima, ora ha l’elemento che gli mancava. In parole povere il teorema del Matteo, di una logica sconcertante, è questo:
“Considerando che la sinistra non ha mai governato, ha perso in quasi tutte le elezioni, quindi sono quarant’anni che fa opposizione, per vincere dobbiamo fare politica di destra.”
Geniale! Deve averlo concepito intorno al fuoco dei campi scout insieme alla Mogherini, Boschi, Picierno e tutta l’allegra brigata. L’uovo di Colombo! Anzi della quaglia, accompagnato dal classico salto che questo simpatico pennuto compie per disorientare gli inseguitori prima di fermarsi e acquattarsi. Da ciò deriva il modo di dire ad indicare persona che cambia repentinamente “posizione”.
D’ora in avanti invece di lamentarci, noi poveri inetti dovremmo porci la domanda: “Ci avremmo mai pensato?”

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com

Immagine in evidenza ricavata dal web. Fotomontaggio eseguito dall’Autore

RIPRODUZIONE RISERVATA

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Mauro Giovanelli - RIPRODUZIONE RISERVATA