ONDE GRAVITAZIONALI, MAROSI PARLAMENTARI, FRANGENTI CLERICALI

ONDE GRAVITAZIONALI, MAROSI PARLAMENTARI, FRANGENTI CLERICALI

Oggi è stata confermata una delle più grandi scoperte scientifiche del nostro tempo che supera o fa il paio con quella de “Il bosone di Higgs” teorizzato nel 1964 e rilevato per la prima volta nel 2012. È la “particella di Dio”, così venne definito, che permea l’Universo conferendo massa a quelle elementari. In parole povere l’elemento cosmico primario…

Intanto, lesto come un furetto… “il Capo del Governo” – ha detto Fernando Ferrone, Presidente INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), nel corso della conferenza stampa tenutasi a Pisa – “ci ha chiamato per farci le sue congratulazioni e questo è un fatto rilevante in sé”. Ancora più ragguardevole, aggiungo, la proposizione che è riuscito a partorire: “Bravissimi i ricercatori di Cascina e dell’INFN”, ma forse non aveva ben chiaro di che si stesse parlando. Eh, sì! Lui è fatto così, si fa vivo solo se avviene qualcosa che possa essere sfruttato positivamente. A Genova mica s’era fatto sentire, tanto meno vedere durante l’ultima ed ennesima alluvione ma, quando vi giunse il relitto della Concordia, la sagoma del Primo Ministro trionfava a prua come un novello Di Caprio della famosa scena del film “Titanic”. Ho sopportato con rassegnazione i venti minuti e oltre concessigli in ogni Tg nazionale e locale, una raffica di pistolotti che non ricordavo dagli incontri Berlusconi-Vespa nello studio di “Porta a Porta”. Parlava come fosse Superman. In tal modo la folla ha potuto rendersi conto come, alla fine, sia stato lui ad aver raddrizzato la carcassa con un soffio, un altro ancora per spostarla in tutta sicurezza nel golfo ligure.

…ma oggi, ripeto, 11 febbraio 2016, viene dato l’annuncio dell’esistenza delle onde gravitazionali ipotizzate da Albert Einstein un secolo fa, e ciò rivoluzionerà lo studio dell’Infinito. Esse sono “ondulazioni” o “vibrazioni” dello spazio-tempo prodotte da contaminazioni molto violente come l’esplosione di una supernova o la fusione di due buchi neri, quindi si ritiene che trasportino informazioni sui fenomeni che diedero origine al Big Bang da cui tutto nacque. Mica poco…

Nel cercare di captare altre notizie in merito a tale seducente evento incappavo nella visione, che non è proprio un’immagine esaltante, della teca di padre Pio; seguivano le interviste alle beghine che, nell’impregnare i fazzoletti di lacrime, tra un singhiozzo e l’altro espellevano suoni a me incomprensibili. Ciò mi induceva a cambiare continuamente canale con risultati sconfortanti.

…“La prima rilevazione diretta delle onde gravitazionali avvenne lo scorso 14 settembre alle 10:50:45 ora italiana al centro di calcolo Atlas del Max Planck Institute ad Hannover. Era poco prima di pranzo” – spiega Marco Drago responsabile dello studio di alcuni dei dati in arrivo dalle due grandi antenne, all’uopo installate ad Hanford negli USA, dello strumento LIGO (Laser Interferometer Gravitational Observatory)…

Eppure ci deve essere un collegamento tra queste “increspature”, che deformano la struttura del continuo spazio-tempo aprendo strade impensabili verso la conoscenza, e il suggerimento di Bagnasco che dà indicazioni “procedurali” alla politica italiana in merito al ddl Cirinnà: “Ci auguriamo”, ha detto il prelato, “che il voto sia a scrutinio segreto”. La risposta del governo è arrivata venti minuti dopo: “Le esortazioni sono giuste e condivisibili”, ha commentato il sottosegretario ai rapporti con il Parlamento Luciano Pizzetti (Pd), “ma come regolare il dibattito del Senato lo decide il presidente Grasso.” Ecco! È quel “…sono giuste e condivisibili” che non mi convince. Grasso ancora meno e la “connessione” con le onde gravitazionali è tutta qui.

…“Quando ricevemmo una mail di ‘allerta’, l’avviso dell’algoritmo a cui lavoro che analizza i dati praticamente in tempo reale”- prosegue Marco Drago – “questi erano inusuali, straordinari, molto diversi rispetto ai soliti comunicati, nessuno poteva immaginarseli così perfetti, in poche parole capimmo subito che stavamo vivendo un ‘golden event’ come definiamo il conseguimento di un risultato incredibile”…

“Questo è il Family day, non è l’Handicappato day” la frase che mi investì distogliendomi da ogni riflessione. Non furono necessari interferometri per realizzare, dal timbro sgradevole della voce, che essa aveva trovato gestazione nel deputato Gasparri ed espulsa sotto forma di onda anomala originatasi dal rigurgito emesso per lo scontro fra i suoi inarrestabili e discordanti globi oculari.

…“Abbiamo visto le onde gravitazionali di Einstein prodotte nell’ultima frazione di secondo del processo di fusione di due buchi neri la cui collisione non genera dati osservabili se non attraverso di esse” – afferma Fulvio Ricci coordinatore della collaborazione fra l’italiano VIRGO (1) che lavora in tandem con l’americano LIGO. I dati sono messi in comune, analizzati insieme e congiuntamente si pubblicano i risultati scientifici…

“Si è potuto a non pregiudicare… in virtù delle innovazioni introdotto… che non rispettano i termini delequamente… le aree sono attemperati… scadenza del termine di ricepimento… in materia di assistenza sanitaria traspondagliere… dando il compito… possibilità di poter essere discutere… per il gruppo di Popolo e Territorio rimane irrinuche, irrinuciabile l’obiettivo…”. Nell’ascoltare il discorso di Razzi al Senato ho pensato alla radiazione elettromagnetica residua prodotta dal Big Bang (CMBR, cosmic microwave background radiation) la quale permea il cosmo e in quel momento, chissà, potesse creare interferenze con i segnali radio. Niente da fare! Era proprio lui, non c’è alcunché da ridere, Razzi è uno degli innumerevoli simboli della squallida, debosciata, incompetente e indegna compagine del nostro Parlamento. Subito dopo si inserisce la voce del premier che nel corso di un breve notiziario afferma con sicumera “…le uniche banche che mi fanno paura sono quelle estere”. Di certo gli obbligazionisti della “Etruria” tireranno un bel sospiro di sollievo venendo pure a sapere dal Capo dello Stato, in diretta dalla Columbia university di New York, “…non mi risulta che ‘molti’ parlamentari sono indagati” e “…il Parlamento non è pieno di indagati”. Davvero notizie confortanti considerando i due personaggi che le divulgano. Queste sono corrugamenti dei tempi che stiamo vivendo prodotti dall’incontro di “cervelli”.

…“Tutto” – ha concluso Ricci, “è durato una frazione di secondo, ma l’energia emessa è stata enorme, pari a tre masse solari. I due buchi neri formavano un sistema binario nel quale uno ruotava intorno all’altro. Avevano una massa rispettivamente di 36 e 29 volte superiore a quella del Sole, fino a che si sono avvicinati con accelerazione impressionante, arrivando ad una velocità prossima alla luce. Più la distanza tra loro diminuiva, più il segnale diventava ampio e frequente, come un sibilo acuto, quindi l’urto, avvenuto circa un miliardo di anni fa. Uno scontro immane a seguito del quale si è formato un unico buco nero la cui massa è la somma di quelle dei due corpi stellari meno l’energia liberata sotto forma di onde gravitazionali”.
Il primo segnale delle onde, rilevato dal fisico italiano Marco Drago a seguito della segnalazione pervenutagli da Hannover, è per la fisica un risultato senza precedenti perché, oltre a confermare la presenza delle onde gravitazionali, fornisce la prima prova diretta dell’esistenza dei buchi neri.

Ancora una volta Einstein aveva ragione e oggi abbiamo pure la conferma che la sua affermazione “ex cathedra”: “Due sono le cose infinite, l’Universo e la stupidità umana ma sull’Universo ho ancora dei dubbi…” sia purtroppo vera. Forse si trovava in Italia quando l’ha coniata. Infatti solo la stupidità può ridurre un popolo come il nostro ad essere servo, incapace di pensare, reagire, privo di orgoglio e dignità. Abbiamo i padroni che ci meritiamo, preti o laici che siano. Del resto non sarà certo un caso se siamo entrati a pieno titolo nella top ten dei Paesi più ignoranti e corrotti al mondo.
Pure scodinzoliamo quando ci aumentano le tasse e accorciano il guinzaglio dei diritti, finanche quelli acquisiti. Ed ora preparatevi, il nuovo obiettivo potrebbero essere le pensioni di reversibilità…

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com

Immagine in evidenza ricavata dal web. Fotomontaggio eseguito dall’Autore

RIPRODUZIONE RISERVATA

(1) Rivelatore interferometrico del tipo interferometro di Michelson, con bracci lunghi 3 km, situato in provincia di Pisa. Nato dall’idea lanciata a metà degli anni 80 dai fisici Adalberto Giazotto, italiano, e Alain Brillet, francese, fa parte dell’Osservatorio gravitazionale europeo (EGO), fondato nel 2000 dall’Italia con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e dalla Francia con il Consiglio nazionale della ricerca scientifica (CNRS). Oggi conta circa 250 fisici e ingegneri, di cui la metà dell’INFN, provenienti da 19 laboratori europei. L’INFN partecipa a VIRGO con le proprie Sezioni presso le università di Pisa, Firenze, il gruppo di ricerca di Urbino, Perugia, Genova, Roma Sapienza, Roma Tor Vergata, Napoli, Padova, e i Centri Nazionali TIFPA di Trento e Gran Sasso Science Institute dell’Aquila.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Mauro Giovanelli - RIPRODUZIONE RISERVATA