COMMENTO A “La scoperta di Marx” in “L’usignolo della Chiesa Cattolica” – P. P. Pasolini

COMMENTO A “La scoperta di Marx” in “L’usignolo della Chiesa Cattolica”
di Mauro Giovanelli

Ma c’è nell’esistenza
qualcos’altro che amore
per il proprio destino.

È un calcolo senza
miracolo che accora
o sospetto che incrina.

La nostra storia! Morsa
di puro amore, forza
razionale e divina .

PIER PAOLO PASOLINI – La scoperta di Marx
in L’usignolo della chiesa cattolica

COMMENTO:

Pasolini è un usignolo della parola, maestro di pensiero, vita, sentimento e tante altre cose ancora, una delle poche cellule sane di questa umanità che nel suo complesso è la barzelletta raccontata da un povero ubriaco, i suoi componenti grumo nocivo di sostanza organica, coacervo di presunzione e imbecillità destinato all’estinzione, la prova indubitabile che nulla esiste “oltre”. Se così non fosse le tre stupende terzine regalateci non sarebbero solo il sogno dell’intellettuale, l’altra parte del Poeta che esprime un concetto contradditorio al fine di diffondere false verità per quella che ritiene una giusta causa, cercando perfino di convincere sé stesso. Ma non mi faccio ingannare stimatissimo Pier Paolo, l’esistenza ha senso solo nell’amore poiché con esso tracci il tuo destino, null’altro ha importanza in questo passaggio obbligato imposto da chissà quale imperscrutabile disegno. Neppure rimango commosso per la tua seconda terzina e la lirica stupenda, non esiste alcun computo o proposito, tutto avviene in virtù del miracolo, come preferisci definirlo, ovvero il caso, che ti conduce per mano fra le braccia della persona vagheggiata, a volte la sfiori, ti è vicinissima ma immensamente lontana e scompare per sempre nella frazione di un secondo… invece quando si verifica la combinazione che accora, mette tutto in armonia, esalta al punto da incrinare la tua intelligenza e infondere il sospetto di chissà quale graffito divino, pensi di toccare il Cielo. E arriviamo alla “storia”, che sia individuale o collettiva è, come tu stesso affermi smentendo la prima terzina, “morsa di puro amore” e forza tutt’altro che razionale e di certo non divina. Chiedilo a tutti i “grandi” della letteratura, filosofia, poeti, le altre cellule sane, i malati dell’immaginario, gli indagatori della consistenza e apparenza, loro lo sanno che il mondo ruota intorno alla ricerca di ciò che manca per renderti intero, e la passione, il delirio, sesso, eros che appagano i sensi. Perfino tu l’hai affermato in più di una delle tante pregiatissime perle che ci hai lasciato.
Grazie per essere esistito, adesso sei fra noi.
Mauro

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com

Immagine in evidenza ricavata dal web

Il COMMENTO “La scoperta di Marx in “L’usignolo della Chiesa Cattolica” è stato pubblicato il 1° luglio 2016 sul sito www.memoriacondivisa.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Mauro Giovanelli - RIPRODUZIONE RISERVATA