IO

IO

Come è possibile non amarmi?
Sono in perfetto equilibrio con l’immortalità
Ho esplorato l’universo
Permettendo
Alle sue diafane flesse pareti
Di catturarmi
Concedendogli piena autorità
Così che la mia mente
Venisse dilatata
Congiungendo per intero
La loro confortevole immensità.
Le luci di sterminati sciami
Ammassi globulari che mi hanno seguito
Superato retrocessi
Scortati da nebulose
Attente al mio pensare percepire
Vedere ovunque
Capire
Concedendomi guardare oltre
Riflessi incongrui
Sinusoidi di Conoscenza
Fra lampi e flussi dell’antimateria
Che al di là chiedeva comprensione
Esplodeva ed implodeva
Tormento di partecipare
Consumare l’amplesso
Da tempo immemore agognato
Annichilirsi nell’orgasmo
Non fine ma inizio
Riposare
Per ricominciare.
Tu soave femmina che mi leggi
Ti conosco
So ciò che ambisci
Desideri
Leggo nei tuoi occhi
Bontà e disperazione
Delusione
Momenti di felicità
Effimeri
Sbagliati.
Tu maschio
Disgiungiti
Dall’antiumano.

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com
© Copyright 2016 Mauro Giovanelli

Immagine in evidenza: Foto di “Universo, galassie, nebulose, ammassi”

RIPRODUZIONE RISERVATA

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Mauro Giovanelli - RIPRODUZIONE RISERVATA