CANCELLIERI ovvero UN PILASTRO DELL’EX GOVERNO LETTA

CANCELLIERI
ovvero
UN PILASTRO DELL’EX GOVERNO LETTA

L’ex Presidente del Consiglio, quello cui Renzi promise fedeltà poco prima di esautorarlo, aveva tuonato: “È un pilastro di questo governo”. Il riferimento era al ministro Cancellieri. Mi piacerebbe capire cosa volesse comunicare con questa drastica affermazione e vorrei lo spiegasse a tutti gli italiani come se questi avessero meno di sei anni, allo stesso modo cioè di come vengono considerati. Ad esempio potrebbe dire (così iniziano le fiabe) “c’è adesso” anziché “c’era una volta” e, dopo una breve pausa, “in questo governo una signora”, da rimpiazzare alla classica “in un castello una giovane principessa”. Qui sorgerebbe tuttavia un primo problema in quanto difficilmente una “signora”, incaricata al Ministero della Giustizia, potrebbe definirsi tale essendosi schierata dalla parte di imputati e carcerati. Ergo i bimbi che ancora frequentano l’asilo, anche quelli dei primi anni delle elementari, potrebbero porre domande scomode. E se usasse un generico “donna”? No, azzardato! E lo rilevo con tono di voce rauco, baritonale, sommesso. Emergerebbero dubbi di altra natura che esulano da questo contesto, particolarmente le sagaci bimbette nutrirebbero qualche dubbio e, dopo aver dato una breve occhiata alle loro Barbie, pretenderebbero dal premier chiarimenti esaustivi. Dica allora “una ministra”, dopodiché l’annuncio continuerebbe con… impossibile! Non mi viene in mente alcunché di convincente. Insomma ritengo che il capo del governo possa in effetti trovarsi in difficoltà a dare spiegazioni con tale metodo. Cosa mettere al posto di “bellissima, viso dolce, occhi azzurri e lunghi capelli biondi”? Non saprei! Forse “impetuosa”? Che ne dite? Potrebbe andare? No! Troppo forte, i pargoli non capirebbero lo stesso. L’incipit “c’è adesso in questo governo una ministra impetuosa…” suonerebbe male, non renderebbe l’idea, dunque improba si presenterebbe la traversata per approdare al concetto. Ha ragione Enrico Letta! Meglio continui a diffondere le sue convinzioni con la consapevolezza di rivolgersi a persone adulte, quindi messaggi diretti, impersonali, categorici.
Certezze!!! Come sta facendo il suo successore, la guida scout Renzi Matteo, mica favole per bambini.

Mauro Giovanelli – Genova

RIPRODUZIONE RISERVATA

Immagine in evidenza ricavata dal web – Fotomontaggio eseguito dall’Autore

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.