UNA O CINQUE STELLE?

UNA O CINQUE STELLE?

Già! Devo proprio ammetterlo, in questo ventennio e più anche l’informazione ha fatto passi da gigante. Per uno come me, che sui banchi dell’Università si nutriva di “ABC”, trasgressivo settimanale politico e di attualità anni ’60, o “L’espresso” prima maniera, formato gigante, dove a scriverci trovavi l’inarrivabile Franco Cordero con la sua famosa risposta “L’inferno siete voi” (1/2/1970 pag. 9) alla pelosa lettera di monsignor Carlo Colombo che lo redarguì per avere adottato come testo, in qualità di docente di filosofia del diritto, il suo “Gli osservanti”. Non parliamo poi de “La Repubblica” presentatasi come il quotidiano “fuori dai soliti schemi, ondeggiante tra la sinistra extraparlamentare e il PCI”, il giornale del giovane fondatore e direttore Eugenio Scalfari, di Bocca, Pansa. E Dario Fo in TV (per poco).
Insomma per uno come me, stavo dicendo, è facile capire i progressi conseguiti in questo Paese circa il modo di ragguagliare i cittadini su ogni accadimento. Infatti ieri sera (9 marzo 2014) a “Otto e Mezzo”, l’ottima Lilli Gruber ha formulato domande veramente interessanti a Carla Ruocco del M5Stelle. Per essere conciso, e non circonciso, neppure coinciso, evidenzio le più significative. “L’attivismo di Renzi potrebbe danneggiare il M5Stelle? Lei si immagina di essere al governo con le responsabilità di un primo ministro?” E l’affermazione “Beppe Grillo deve raccogliere un milione di €uro” che sottintende “non è una sorta di finanziamento?” Ad aiutarla interveniva Folli Stefano, quello con il riporto, de “Il Sole 24 ore”, ora trasmigrato nella squadra di Ezio Mauro, che voleva risposte a sue personali curiosità tipo “le piace Marine Le Pen? Cosa vi distingue da lei? E che dice del dinamismo del Presidente del Consiglio? Qual’è il problema con Pizzarotti? Secondo me è di antica data, non certo per i nomi dei candidati proposti alle europee.”
Molto interessante, davvero, approvo in pieno. Concordo pure nel considerare una minuzia il fatto che la Ruocco abbia appena avuto modo di accennare ai duemila €uro al mese che lei percepisce contro i diciottomila che intascano i politici degli altri “partiti”. Decisamente trascurabile poi che questi ultimi, non essendo “movimenti”, continuino ad usufruire del finanziamento pubblico in barba ad ogni volontà popolare.
Sì certo, mi hanno persuaso, la colletta di Beppe Grillo per raggranellare qualche spicciolo è uno scandalo. Altresì sono sempre più convinto come tutto si sia adeguato alla nuova corrente di pensiero. In questa ondata critica, che di stelle ne ha una a stento, neanche è prevista la prima colazione, solo il sacchetto ristoro e la mezza minerale, normalmente offerti gratis ai tifosi che decidono di recarsi in pellegrinaggio ad Arcore.

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com

Immagine in evidenza ricavata dal web. Fotomontaggio eseguito dall’autore

RIPRODUZIONE RISERVATA

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.