NATᾹLIS

NATᾹLIS

A tal punto connesso alla vita
Da non temere la morte
Entrambi riverberi
Della medesima immensa proiezione.
Da questa parte sono saturo
In conoscenza e comprensione
Così da contenerne ogni aspetto
Matematica fisica umanesimo
Filosofia arte e follia
Letteratura Amore
Astronomia geologia
Sesso passione
fantasia
Bene e Male.
Quando il mio tempo sarà
Tu accanto a me piangerai.
Non temere
Nulla mi è celato
E di tutto ormai sono padrone.
Prenderai la mia mano
La stringerai bacerai
Credendo sia un addio
Alle tue guance umide
Dolenti rassegnate
Accosterai il dorso
Ed un calore ultimo
Come di brace
Insinuatosi dentro te
Darà annuncio
Della mia raggiunta
Parte di Eternità.
Subito comprenderai
Pure la tua illusione.
Alzerai gli stanchi occhi
Per la prima volta
Lo sguardo assente
Si perderà solo
nel nostro
Vissuto
E l’aldilà.

 

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com
© Copyright 2016 Mauro Giovanelli

Immagine in evidenza: FULVIO LEONCINI ARTISTA TOSCANO – In Nomine Domini. 2007/2009 – “Madonna del rosario” – Tecnica mista su legno – dimensioni cm 140×100

RIPRODUZIONE RISERVATA 

 

You may also like...

1 Response

  1. Alberti Rosaria ha detto:

    Le tue ultime poesie sono espressioni d’amore per la donna che ti ha fatto vivere!! Bellissime ma anche molto tristi …..struggenti!
    .”..essere liberi costa soltanto un po’ di rimpianto” canta Vasco, forse è lo scotto da pagare per chi fa questa scelta ,che io non condivido. Io credo che nessun essere pensante possa veramente essere libero! Quindi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Mauro Giovanelli - RIPRODUZIONE RISERVATA