Eduardo Galeano (Uruguay) – Soboutu Somé

Questo “pezzo” di Eduardo Galeano (Uruguay) tratto dal Centro Culturale Tina Modotti di Caracas mi ha riportato alle immagini della masnada di gente che ha partecipato al Family Day di domenica scorsa inducendomi a fare una riflessione: “Che strano tipo Soboutu Somé e che regole particolari ha il popolo Dagara dell’Africa Nera”. M.G.

Per molti popoli dell’Africa nera, gli antenati sono gli spiriti che vivono nell’albero che cresce vicino alla loro casa o nella vacca che pascola nel campo. Il bisnonno del tuo trisnonno è ora quel ruscello che serpeggia tra i monti. E tuo antenato può benissimo essere qualunque spirito che voglia accompagnarti nel tuo viaggio per il mondo, benché non sia stato mai tuo parente né tu l’abbia mai conosciuto.
La famiglia non ha frontiere, spiega Soboutu Somé, del popolo Dagara: I nostri figli hanno molte madri e molti padri. Tanti quanti desiderano. E gli spiriti ancestrali, quelli che ti aiutano a camminare, sono i molti nonni che ognuno ha. Tanti quanti desidera.

Eduardo Galeano (Uruguay)

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com

Dipinto: Vladimir Kush

Centro Culturale Tina Modotti Caracas

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Mauro Giovanelli - RIPRODUZIONE RISERVATA