QUESTA È PER TE MAURO GIOVANELLI

QUESTA È PER TE MAURO

Ti vedo, mi vedo.
Troppi fogli sparsi
in questo
minuscolo tavolino,
pagine sfumate
dai giorni della tua vita,
colori vibranti
dal sapore d’oriente,
pezzi di carta
profumati di storia,
ricamati da poesie,
impregnati dall’odore
del sapere.

Da sotto il tavolino
scorgo
le tue gambe accavallate,
lento è il movimento
del piede
inguainato dal mocassino.

Tra le mie dita
gioca una sigaretta,
il fumo lento
si dilegua verso l’alto,
amalgamandosi
all’aroma forte del caffè.

Come in un riavvolgere ricordi
vedo l’uomo
a me di fronte
che muta d’aspetto,
faccio mia la tua vita
e ti succhio
emozioni e sensazioni.

Troppi fogli sparsi
in questo minuscolo tavolino,
pagine bianche
che devo riempire
come lunghe vie vuote
ancora da percorrere,
fogli sfitti
scritti da pennini
intrisi
di lacrime trasparenti.

Ora siamo
seduti al bar
a raccontare di vita,
A parlare di ragnatele
e fili invisibili,
a menzionare
quel che ci manca,
sia esso
sogno o realtà,
desiderio o nostalgia.

Ed ora
raccattiamo i fogli,
c ‘è poco spazio qui
e godiamoci noi due,
perdiamoci
nel fondo degli occhi,
nel roco della voce,
mentre il vento bizzoso
ci spettina i capelli
e ci fa tornare a sorridere,
ci fa tornar bambini.

Donatella Vescovi

Donatella Vescovi – Poetessa e cara amica che ringrazio dal profondo del cuore.

Immagine in evidenza: Mauro Giovanelli – Foto scattata il 1° novembre 2015 da mia nipotina Lucrezia.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.