RITARDATARIA

RITARDATARIA

È il 10 agosto, scendono le comete.
Tu in questo giorno di molti anni fa,
mentre io calpestavo già la Terra,
eri ancora un sogno errante
fra i miei pensieri,
e vagavi nell’armonia dello spazio siderale.
Percorrendo orbite eccentriche
indugiavi, distaccata dalle altre.
Osservavi.
Quando, ritardataria,
decidesti di prendere forma umana
separandoti dal tuo luminoso strascico,
lo facesti solo per cadere
tra le mie braccia.

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com

Immagine in evidenza ricavata dal web – Fotomontaggio dell’Autore.

RIPRODUZIONE RISERVATA

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.