UNA PERSONA CHE FA IL TEOLOGO

UNA PERSONA CHE FA IL TEOLOGO

 

In merito al “caso” Monsignor Krzystof Charamsa che, se vivessimo in una società non oso dire civile ma cristiana non costituirebbe un fatto di cui parlare, tutti i quotidiani e notiziari si pronunciano, più o meno, nel seguente modo:
«Così si esprime il TEOLOGO GAY “Sono fuori dell’armadio e sono felice”, a proposito del suo coming out durante la conferenza stampa a Roma con il fidanzato Aduard Benvegnù Guaitoli»
A tutti i giornalisti, pennivendoli, cronisti da gossip, ricercatori di scandali, mestatori di false notizie, maneggioni del sensazionalismo, mercenari dell’informazione che, se non fossero a stipendio anche grazie ai finanziamenti pubblici, neppure gli farebbero stilare la recensione di una recita scolastica, comunico:
“Questo signore dal viso pulito, onesto, sincero, perfino bello per quanto me ne possa intendere di uomini, che neppure lontanamente ricorda il grugno di Brunetta, il broncio “cubista” di Giovanardi, l’ovale metafisico di Scilipoti, il muso da clown di Razzi, il falso sorriso della Boldrini, l’espressione del tipo “ma qui che ci sto a fare?” di Grasso, la grinta di Salvini, le smorfie da capo guida scout di Renzi, e via di questo passo… appunto dico loro che costui è una PERSONA CHE È ANCHE TEOLOGO non un teologo gay. Sono stato chiaro? O no?
E dovrebbe continuare a fare il Monsignore. Cazzo!

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com

Immagine in evidenza ricavata dal web

RIPRODUZIONE RISERVATA

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.