MIRACOLO, MISTERO, AUTORITÀ

MIRACOLO, MISTERO, AUTORITÀ

A un’ora imprecisata di martedì 5 maggio 2015 è nata una splendida bimba cui è stato dato il nome di Francesca Marina. Pesa poco più di tre chili. Il lieto evento è avvenuto in mare, a bordo del pattugliatore “Bettica”. La mamma, nigeriana, era su un gommone in difficoltà ed è stata miracolosamente presa a bordo prima del parto. Appena salita sulla nave, ha iniziato ad avere le contrazioni e dopo un travaglio di otto ore ha partorito. Del padre non si hanno notizie. Lei e la piccola, che è stata messa in una culla di fortuna costruita dai marinai, stanno bene. La donna, che era stata soccorsa insieme ad altri 870 migranti, è sbarcata a Pozzallo, stremata, mentre la nave ha continuato la navigazione verso Salerno. Gli immigrati provenivano da diversi paesi: Senegal, Ciad, Sudan, Bangladesh, Togo, Ghana, Eritrea, Mali e Nigeria.
Secondo i dati forniti dalla CIA possiamo affermare con buona approssimazione che quel giorno il numero delle nascite nel Pianeta è stato di circa 200 mila bambini eppure l’attenzione generale si è concentrata su Francesca Marina emozionando il Mondo intero. La foto dell’incantevole visino della piccola, postata dalla Marina Militare, ha letteralmente spopolato nei vari Social Network e sui mass media.
Tra l’altro quello stesso giorno, guardando casualmente la TV, seppi che radio Londra stava comunicando da Kensington Palace, che in una clinica da 8.200 €uro al giorno è nata un’altra creatura, Charlotte Elizabeth Diana e, secondo i comunicati ufficiali, anche lei gode di ottima salute, così la madre, assistita dal dottor Marcus Setchell, già ginecologo della regina Elisabetta. L’Inglesina è figlia di Kate Middleton e William Arthur Philip Luis, secondo nella linea di successione al trono del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord. La consegna della busta contenente il documento con orario di nascita, peso e sesso che un messaggero porterà alla regina sancirà questo evento. Esso verrà incorniciato, adagiato su un cavalletto, ed esposto ai cancelli di Buckingham Palace per i sudditi. Tutti i bambini inglesi nati lo stesso giorno della «Royal Baby» riceveranno un penny d’argento. Insomma è nata un’Autorità.
Circa due settimane fa , precisamente Il 20 aprile scorso, sono morti 50 bambini stipati nella stiva di un fatiscente barcone naufragato. Tutto qui.
Effettivamente c’è da riflettere, difficile mettere insieme le contraddizioni della specie cui apparteniamo. Per queste ultime piccole innocenti vittime mi viene solo in mente una poesia che Emily Dickinson dedicò al nipote morto in età prematura:
“Te ne sei andato al tuo appuntamento di luce senza dolore se non per noi che lenti guadiamo il mistero da te scavalcato in un balzo”
Il mistero, ciò che dovrebbe unificare le differenze, avvicinarci, come fanno gli animali di fronte al pericolo comune, quelli che io definisco persone non umane. Ma forse il vero problema è che ciascuno di noi pensa di essere “unto”, di toccare la verità, ed è perciò che in questa traversata cerchiamo di procurarci un posto in coperta evitando, per quanto possibile, di finire pigiati nella stiva e dimenticarci di loro, dei meno fortunati, senza pensare che, prima o poi, tutti ci troveremo davanti al Grande Inquisitore. Costui non va tanto per il sottile, chiedetelo a Dostoevskij, lui lo sa.

Mauro Giovanelli – Genova
www.icodicidimauro.com

L’articolo “MIRACOLO, MISTERO AUTORITÀ” è stato pubblicato il 07 maggio 2015 sul sito www.memoriacondivisa.it: – Su “IL SECOLO XIX” del 08 maggio 2015 pag. 26 con il titolo “Francesca Marina e royal baby – Le contraddizioni della specie”

Immagine in evidenza ricavata dal web – Fotomontaggio eseguito dall’Autore

RIPRODUZIONE RISERVATA

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.